Quattro ventenni fiorentini: a volte malinconici, a volte spensierati. Assieme dal 2018, uniti dalla voglia di far risuonare il proprio urlo intimo. I loro pezzi nascono da una base di chitarra e una voce un po’ storta, poi arricchita da arrangiamenti moderni, ma con una preferenza per l’analogico e per i grossi riverberi che riportano un po’ indietro nel tempo. Ascoltano gli Arctic Monkeys, gli Zen Circus e l’Officina della Camomilla. I brani pubblicati sono delle demo registrate da loro in casa. Hanno da poco intrapreso una collaborazione con il “Maestro” Pellegrini (Zen Circus, Criminal Jokers) per la produzione artistica dei nuovi singoli.