Storia

Il Rock Contest nasce nel 1984 ad opera di Controradio, sulla scia del un nuovo fermento portato dal Punk e dalla New Wave.

Sulla scena fiorentina erano apparse decine e decine di band che suonavano nelle cosiddette cantine. Il Rock Contest nacque proprio con l’intento di dare un palco e la possibilità d’espressione ai gruppi giovanili, diventando in poche edizioni un importante fenomeno di promozione di gruppi, dando loro una possibilità concreta di visibilità.

In questoprimo periodo passano proprio dal Rock Contest Irene Grandi in formato ‘alternative’, (con iGoppions), Enrico Greppi “Enriquez” e l’Orla della Bandabardò, gli Scisma di Paolo Benvegnù, Roy Paci (con i Q­Beta), i Dirotta su Cuba, Marco Parente, etc.

Per gli anni a cavallo fra gli ’80 e i’90 il Rock Contest ha rappresentato un obiettivo per molti gruppi dell’area offrendo la possibilità di esibirsi di fronte ad un pubblico davvero numeroso, con ampi spazi dedicati sulla stampa e con le citazioni del gruppo sull’emittente, le interviste, i CD compilation delle varie edizioni.

Dal 2002 il Rock Contest diventa “nazionale”. La partecipazione al Rock Contest per i gruppi è assolutamente gratuita ed i premi sono allettanti e funzionali allo sviluppo di una carriera musicale di livello: una importante operazione mediatica tende a rendere i partecipanti sempre più visibili (radio e tv nazionali, stampa quotidiana e specializzata, cd compilation, concerti in Toscana, Italia e all’estero) e a dare una “spinta” alla loro professionalizzazione attraverso le fasi del concorso e il tutoraggio musicale in studio di registrazione con musicisti affermati e professionisti del settore. Negli anni, a prendersi cura in studio delle band, si sono avvicendati musicisti come Paolo Benvegnù o Enriquez della Bandabardò, Mauro Fasolo dei Jennifer Gentle. Nel 2004 grazie alla produzione curata dal Rock Contest gli Offlaga Disco Pax hanno potuto realizzare Socialismo Tascabile, un nuovo “classico” della musica alternativa italiana.

Le giurie sono composte dal meglio della stampa specializzata e generalista, da discografici, produttori e musicisti (tra di essi solo nell’edizione 2014 Piero Pelù, Manuel Agnelli, Cristina Donà, Max Collini, nel 2015 tra i tanti Rachele Bastreghi dei Baustelle e Andrea Appino).

pattieilrockconstest
Patty Smith con i Bad Apple Sons per il Rock Contest.

Ogni anno centinaia di band ed artisti inviano i loro demo per partecipare al Contest italiano più longevo della storia del Rock. Alcuni di questi sulla scia dell’eco del Rock Contest hanno potuto suonare in importanti eventi musicali, come supporter di artisti affermati (Ligabue, Manu Chao, Patty Smith, Jon Spencer, Pere Ubu e GangOf Four, Zen Circus).

The Hacienda (vincitori del RockContest 2005) sono stati supporter del tour italiano degli ex Oasis Beady Eye. Spesso i partecipanti delle ultime edizioni hanno guadagnato ‘sul campo’ un contratto discografico come è stato per Offlaga Disco Pax, Samuel Katarro (oggi King Of The Opera), Bad Apple Sons, Baby Blue (poi Blue Willa), Superpartner, Denise, Piet Mondrian, The Hacienda. King of The Opera (nel 2012) e Blue Willa (nel 2013) saranno i primi due gruppi italiani ad esibirsi nel prestigiosissimo festival Primavera Sound a Barcellona.

Nel 2009 il libro I love rock’n’roll: Rock contest, quindici minuti di gloria e orgoglio sul più importante palcoscenico per emergenti (Giunti edizioni, di Raffaele Palumbo, prefazione di Ernesto de Pascale) racconta la storia ricca di personaggi ed aneddoti della manifestazione e, in definitiva, della musica alternativa italiana.

Dal 2011 (anno della prematura scomparsa di Ernesto de Pascale, uno dei principali collaboratori del Rock Contest) al premio è abbinato uno speciale riconoscimento, il “Premio Ernesto de Pascale” che, tra i partecipanti, individua la migliore canzone con testo in italiano. Presidenti di giuria negli anni sono stati Dario Brunori (di Brunori sas), Cristina Donà, Giuseppe Peveri (in arte Dente) e Mauro Ermanno Giovanardi. Nell’edizione 2015 Luciano Ligabue ha offerto al vincitore di questa sezione una settimana del suo personale studio di registrazione.

Dal 2013 il Rock Contest, in collaborazione con Audioglobe ha dato il via ad una vera e propria etichetta discografica, la Rock Contest Records, con l’obiettivo di ottimizzare il processo creativo e distributivo delle realtà più interessanti e “pronte” per l’esordio discografico. Le prime uscite sono stati gli album di Violacida, Sonalastrana, Secondo Appartamento e The Whip Hand e Mandrake.

Dopo 27 anni di storia, in anni in cui i “talent show” hanno monopolizzato l’attenzione dei sedicenti talent scout, la missione del Rock Contest è ancora più che mai utile e necessaria.