Rock Contest 2017: seconda serata di selezione

Sono Dust & the Dukes con il loro sound desertico e il misterioso Fogg i primi due progetti che hanno superato la serata di selezione di martedì 24 Ottobre. Prossimo appuntamento domani, giovedì 26 Ottobre, ore 21:30, al Combo: sei gruppi in gara, ingresso gratuito, voto di giuria e pubblico.

A sfidarsi sul palco del Combo per la seconda eliminatoria: 43 Factory (Firenze), Bruce Harper (Brescia), I Lupineri (Firenze), Okland (Torino), Peyman S’oyle (Firenze), Roma (Salerno)

Ascolta in anteprima i sei gruppi in gara:

43 FACTORY

Lui, Skr4wsex è il producer del progetto, artista polivalente e creatore dell’universo 43, Lei (Sixt3r) è Mc, costumista, front woman del gruppo e assiste il fratello nella produzione. Il progetto nasce in Italia, ma si consolida a Londra, nel quartiere giamaicano di Brixton. I due, a partire da influenze dub, sperimentano tutte le variabili dell’ EDM (electronic dance music).

Sito web

 

BRUCE HARPER

Bresciani, assieme dal gennaio 2016.  L’approccio e l’impatto essenzialmente “rock” viene espresso attraverso un’elettronica totalmente suonata in analogico, modulata su pattern fisici e tribali, a loro volta sospesi in spazi eterei e riverberati. Le voci sono destrutturate in filtri, pitch ed effetti che le trasformano in puro suono, organico e meccanico.

Facebook

 

I LUPINERI

I Lupineri sono una band formata a Firenze nel 2016. Terzetto proveniente da precedenti esperienze si esprime in sonorità pop sporcate dalle influenza del rock inglese più contemporaneo, mantenendo un attaccamento forte alla melodia in italiano. Stanno attualmente lavorando al loro primo disco.

Facebook

 

OKLAND

Band nata a Torino nel 2016, il loro sound cerca di fondere sonorità elettroniche e ritmi downtempo con il calore degli strumenti acustici, loro lo chiamerebbero “avant pop”. E’ del 2017 il loro esordio discografico, l’omonimo EP “OKLAND”.

Sito web

 

 

PEYMAN S’OYLE

“Chitarra, voce e un po’ di elettronica”. Così definisce Peyman S’oyle il suo progetto solista. Iraniano di nascita, si trasferisce a Firenze con lo scopo di seguire il corso di chitarra classica al Conservatorio Luigi Cherubini per poi specializzarsi in composizione elettroacustica. Le competenze tecnologiche associate con le capacità da songwriter allontanano il prodotto dalla forma convenzionale di musica cantautorale.

Sito web

 

ROMA

Progetto capitanato dal salernitano Vincenzo Romano, ispirato dalle più importanti esperienze del rock e del cantautorato in italiano, ha già pubblicato un album per Seahorse Recording.

Facebook